MUSICAINFASCE®

“Per insegnare musica…
bisogna prima di tutto
essere musica”

venerdì ore 17:30
LEZIONE DI PROVA VENERDì 28 SETTEMBRE
PRENOTAZIONE OBBLIGATORIA

 

CORSO DI MUSICA per bambini da 0 a 36 mesiMusicainfasce_Isolanontrovata.png

Ogni incontro, rivolto a gruppi di bambini 
accompagnati da un adulto, avrà la durata di 40 minuti.

La Music Learning Theory di E.E.Gordon vi coinvolgerà in un percorso di apprendimento divertente nel quale la voce cantata, il movimento e l’ascolto diventano gli strumenti ideali per stimolare e sviluppare la musicalità dei vostri bambini e per condividere con loro emozioni indimenticabili.

con Irene Damiani – insegnante associato AIGAM*
*L’Aigam, Associazione Italiana Gordon per l’Apprendimento Musicale, è l’unica associazione ufficialmente autorizzata da E.Gordon a insegnare e divulgare la Music Learning Theory.

I corsi basati sulla Music Learning Theory hanno lo scopo di sviluppare l’attitudine musicale dei bambini avviando un percorso che inizia nei primi tre anni di vita, durante i quali il loro potenziale di apprendimento è altissimo. E’ proprio questo il periodo ideale per far germogliare nei bambini la passione per la musica, trasmettendola in modo semplice, avvincente e appagante nel pieno rispetto dei loro tempi di apprendimento.

Gli incontri si svolgono una volta a settimana, alla presenza di un adulto di riferimento, e propongono una modalità informale di apprendimento per guidare il bambino a vivere la musica attraverso il corpo. Le proposte musicali aiuteranno i bambini a sviluppare l’intonazione, l’armonia, il senso ritmico e del fraseggio musicale, sostenendo l’affinamento della coordinazione motoria e sviluppando la loro disponibilità all’ascolto. La nostra insegnante Irene instaurerà con tutti i bambini una relazione affettiva, fondata sul dialogo musicale, l’ascolto e lo sguardo, all’interno di una atmosfera di libertà, spensieratezza e rilassamento. Il divertimento è assicurato …non solo per i bambini!

Ecco gli strumenti di cui ci serviremo:

  • la voce cantata, ideale per costruire un dialogo musicale fatto di suoni, sguardi e movimenti che si ponga alla base di una relazione significativamente affettiva;
  • i canti tonali e ritmici, senza parole, caratterizzati da varietà, complessità e brevità;
  • il corpo che attraverso il movimento conosce prima che la mente comprenda;
  • l’ascolto reciproco e partecipato;
  • il silenzio, spazio di assimilazione interna di quanto appena ascoltato;
  • il gruppo, ambito di arricchimento del proprio patrimonio espressivo, comunicativo ed emozionale.
Annunci