L’isola non trovata, libreria e laboratorio culturale, al suo secondo anno di attività, organizza la prima edizione della Rassegna Impronte: SPETTACOLI E CONCERTI.

STAGIONE 16/17

  1. Sabato 24 settembre ore 21:00
    IL MESTIERE PIÙ ANTICO DEL MONDO
    di Gabriella Pacini
    con Laura Nardi
    regia di Amandio Pinheiro
    Anna è un’ostetrica di 45 anni, “fa” partorire in ospedale le donne da 25 anni. Sottopone le partorienti alle pratiche ospedaliere “di routine” senza mai mettere in dubbio il limite tra controllo medico e sadismo. Ma Anna un figlio non lo ha mai avuto, perché su quel lettino da parto non ci si è mai voluta mettere…
    Il mestiere più antico del mondo, la prostituzione? Il primato si declina sempre al femminile, ma è l’ostetrica ad averne la supremazia.
    Ingresso 8 euro. Prenotazione obbligatoria
  2. Sabato 10 dicembre h 18
    FUORI NON C’E’ NESSUNO – ed. Effequ

    Presentazione con Claudia Bruno
    interverrà Alessandra Pagliaru (Sil & Il manifesto)
    Presentazione & Concerto dei Parvenu
    Alice Chiari: violoncello,
    Francesco Quatraro: chitarra e voce, talvolta pianoforte
    Matteo Spolveri: tromba e flicorno.

    “Essere al cospetto di tanta solitudine è drammatico ma Claudia Bruno riesce a scartare con molta competenza il gorgo muto in cui i viventi nascono e muoiono senza una ragione sufficiente. Lungo strade non ancora compromesse dal guasto irrimediabile della fatiscenza, non c’è chi fugge e chi resta, né amiche geniali a richiamare una soggettiva presa d’atto, bensì l’oscillare di uno scacco tra il vivere e il morire che trova una chiarezza nella scrittura letteraria. Germogliante e veritiera.”
    Alessandra Pigliaru, Il Manifesto

    Adagiata tra il mare e la grande città c’è Piana Tirrenica, una delle tante campagne trasformate in dormitori industriali, un paesaggio di edifici in continua costruzione, centri commerciali, fabbriche, margini dimenticati. Greta ci è arrivata che aveva nove anni. È venuta con i genitori dal Sud, come altri hanno fatto, in cerca di progresso e benessere, ideali presto svaniti nel nulla. Greta a Piana cresce, cambia appartamenti, incrocia altre solitudini e conosce Michela. Tra le due, alle soglie dell’adolescenza, nasce un’intensa relazione, sospesa tra l’amore e l’amicizia più profonda, che resterà nel tempo come una cicatrice ad accompagnare il rumore di sottofondo delle esistenze suburbane e i ricordi ancora vividi di un’infanzia passata al Sud. Così, ripercorrendo ferite e mettendo assieme frammenti, la storia di Greta e quella di Michela prendono forma, fra lo stupore del mondo e i grandi spazi desolati.

    Greta si era chiesta se anche gli altri a forza di respirare la terra sottile spinta dal vento marino tra le impalcature, se a forza di spazzarla continuamente via dai pavimenti come aveva fatto sua madre tutti i santi giorni, si sentissero come si sentiva lei ora, una ferraglia impolverata con l’aria che passa tra i vuoti. Forse anche Michela si era sentita così a guardar di nuovo fuori dalla sua stanza di ragazza. Forse si era chiesta che ci faceva lì, un’altra volta. Di fatto, nessuno avrebbe potuto davvero rispondere a questa domanda. Perché Michela non aveva lasciato scritto niente.

    ————–

    Claudia Bruno, nata nel 1984, è giornalista ambientale e web editor. Suoi racconti sono comparsi su FlanerìAbbiamo le proveCollaCadillac MagazineIl Paradiso degli OrchiPremio Treccani Web. Il suo racconto Anna sottosopra è stato finalista per Note al Margine, premio letterario per le periferie romane. Il suo microracconto 41P è stato tra i vincitori del concorso Italians del «Corriere della Sera». Altri suoi saggi e interventi sono inclusi in raccolte di Iacobelli, Viella, Bloomsbury, Toletta edizioni. Su spremutesenzazucchero.it dispensa favole a limone e altre brevità. Fuori non c’è nessuno è il suo primo romanzo.

    Parvenu è un congiunto musicale sentimentale che nasce in Toscana nel 2008 e prende il suo nome attuale nel 2012. Il gruppo, che ha suonato negli anni in numerosi luoghi dello stivale, si avvale di molte menti, ma alla fin fine si riduce a:
    Alice Chiari: violoncello,
    Francesco Quatraro: chitarra e voce, talvolta pianoforte
    Matteo Spolveri: tromba e flicorno.

    Castigo d’élite è il primo album di Parvenu, datato 2015. È un disco composto, come da sottotitolo, di canzoni. Dentro c’è la scelta, l’éli- te di tutto quello che Parvenu, un congiunto musicale sentimentale, ha creato negli ultimi anni di suoni e di canti. C’è anche il castigo – ma scelto e raffinato – per essere arrivati in ri- tardo (giacché è un’antologia di brani prodotti nel tempo), e c’è anche la dichiarata intenzione di voler castigare le élite che hanno tentato di impedire la creazione di questo album. C’è in- fine il dubbio che la pena preceda il delitto, e non viceversa.

STAGIONE 15/16

  1. Sabato 14 novembre
    UN SANTO UN BRAVUOMO ED OVVIO UN ASSASSINO
    Giovanni Avolio – Teatro Peregrino
  2. Venerdì 27 novembre
    FADO – musica
    Damiana Leone: Voce | Franco Pietropaoli: chitarra
  3. Venerdì 22 gennaio ore 21:00
    CON SINCERA INIMICIZIA – teatrocanzone
    Andrea Buoninfante: Voce e Chitarra | Franco Pietropaoli: chitarra
  4. 19 febbraio ore 21:00
    HduO – acoustic jazz standard duo
    Danielle Di Majo: sax contralto | Claudio Piselli: vibrafono
  5. Venerdì 18 marzo ore 21:00
    Two for the road – acoustic jazz standard duo
    Emmanuel Losio: chitarra | Marco Silvi: Tastiera
  6. Venerdì 15 aprile ore 21
    THE SOUND PILLS – concerto pop/folk/rock

    Piera D’Isanto: Voce ed effetti | Marco Silvi: Pianoforte
  7. Venerdì 13 maggio ore 21:30
    MIAMI – teatro
    con G. Porcari, scritto e diretto da G. Bondi

Ingresso 8 euro | prenotazione obbligatoria

Direzione artistica: Giovanni Avolio

 

Annunci